Questions? Call us: +39 059 7860001

Bici e ambiente

Bici e ambiente: li possiamo collegare?

L'ambiente in cui viviamo è al collasso e con l'aumento del traffico urbano e il raggiungimento dei limiti dello sviluppo del trasporto motorizzato, l'utilizzo della bici come mezzo di trasporto è ridiventato concorrenziale con un impatto ambientale nullo.

Sui percorsi urbani congestionati la bici si dimostra spesso il mezzo più veloce, in particolare sui percorsi sotto i 10 km. Il vantaggio aumenta notevolmente se si includono i tempi e/o costi di parcheggio, e diventa incolmabile se vengono conteggiate anche le ore di lavoro necessarie a mantenere un'autovettura.

Proprio per queste motivazioni sono oramai molti i comuni che hanno effettuato opere di riqualificazione della propria rete urbana con la creazione di piste ciclabili asfaltate e opportunamente segnalate e creato aree di parcheggio dedicate. Inoltre, sul modello europeo, comuni italiani hanno introdotto il bike sharing: a disposizione del cittadino bici che possono essere utilizzate dopo averle sbloccate o con una chiave o con una tessera contactless che, a seconda del comune, possono essere completamente gratuite o a pagamento.

Un'altra agevolazione: in Italia, come anche all'estero, la bicicletta e il treno si sono uniti in una coppia vincente per viaggiare: il trasporto della propria bicicletta sui treni italiani ed europei è facile ed economico. Questo ha contribuito al già sviluppato utilizzo della bicicletta come strumento per il tempo libero e ha incentivato il turismo, anche quello psicogeografico!

Un esempio?

La fitta rete di piste ciclabili extraurbane della splendida Val Gardena e l'Alpe di Siusi sono capaci di offrire a tutti gli appassionati della bici, anzi, della mountain bike, una fittissima rete di single trails, di strade forestali e di percorsi ciclabili. La valle è stata così trasformata in un paradiso per gli amanti che possono trascorrere intere settimane facendo gite in bicicletta su sentieri diversi e offre percorsi per principianti, e non, capaci di farti immergere nell'incantevole paesaggio di montagna.

Un'altra iniziativa che rispetti l'ambiente?

La domenica ecologica. Molte sono le città italiane che hanno deciso di chiudere i propri centri storici alla circolazione dei veicoli a motore, trasformando le strade cittadine ad enormi piste prese d'assolto da centinaia di ciclisti!

E l'ambiente ci ringrazia....ma anche le nostre tasche! Pensate che secondo dati pubblicati in Austria, per ogni chilometro percorso in bicicletta piuttosto che su un veicolo a combustione, la collettività risparmia circa 1 euro in costi indiretti legati, tra le altre cose, anche alla salute. Attualmente in tutta l'Europa, la bicicletta consente un risparmio di costi indiretti di circa 97 miliardi di euro all'anno.

Il mercato delle biciclette si è adeguato a queste nuove nostre esigenze: le biciclette pieghevole ne sono un esempio. Sono facilmente "stivabili" nel bagagliaio della nostra autovettura sia che si stia andando i centro sia per le nostre vacanze. Possono essere trasportate su tram e metropolitane e, su alcune tratte ferroviarie, vengono considerati dei veri e propri bagagli a mano! Le dimensioni ridotti aiutano anche la sistemazione all'interno degli appartamenti, così se la nostra dimora è all'interno di un centro storico il parcheggio non è più un nostro problema.

Ti piace andare in bici e rispetti l'ambiente? Ti piace stare all'aria aperta? E allora pronti a pedalare!

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione accetti l'uso dei cookie. Leggi l'informativa.

Accetta